martedì 30 dicembre 2014

Spiedini di cotechino con farro, orzo e lenticchie



Qui lo dico e qui lo nego: a me il cotechino mangiato a fette sul classico letto di lenticchie... non è mai piaciuto! Se riuscivo ad assaggiarne una fetta era già tanto e la maggior parte delle volte rimaneva in un angolo del tavolo magari senza il suo bel lettino di lenticchiette! Allora diamo nuova vita ad un classico di queste feste! L'idea (un pochino rielaborata) è riaffiorata alla memoria da un vecchio numero di Cucina Moderna del 2008! Piuttosto veloce e simpatica anche per "riciclare" il cotechino che avete trovato nel cesto natalizio e che non avete voglia nè di cucinare e men che meno di eliminare!

Ingredienti per 6 persone:
500 gr. di cotechino
30 gr. di prezzemolo
15 gr. di pecorino
2 uova
pepe nero
1 cucchiaio di pangrattato
80 gr. di farro perlato
80 gr. di orzo perlato
80 gr. di lenticchie
pomodorini Pachino q.b.
200 gr. di salsa di pomodoro
1/2 cipolla media
olio evo

Spellate il cotechino e sbriciolatelo in un recipiente, la ricetta prevede 1 spicchio d'aglio tritato ma io per il mio bene e quello dei miei ospiti l'ho evitato!;-)


Incorporate le uova, il prezzemolo tritato, il formaggio, il pangrattato e una macinata di pepe. Eviterei l'aggiunta di altro sale, anzi metterei 10 gr. di pecorino e 10 di parmigiano per "addolcire" il sapore della carne. Il cotechino che ho utilizzato era quello del contadino quindi già saporito di suo e il sapore finale era molto marcato!


Amalgamate bene tutti gli ingredienti, formate delle polpette lunghe e strette, disponetele in un piatto e mettetele in frigo coperte a riposare. Dopo 15/20 minuti riprendetele ed infilate uno spiedino di legno (nel senso della lunghezza) in ogni polpetta, sistematele in una teglia foderata di carta forno e infornate a 180° C. per 20 minuti circa o a doratura. Calcolate bene i tempi perchè vanno servite calde. Con questo impasto dovreste ottenere 18 polpette non molto cicciotte, in ragione di 3 a testa. Portate in tavola gli spiedini disposti o sul classico letto di lenticchie o su questo mix di cereali e legumi.;-)



Questa insalatina di farro, orzo, lenticchie e pomodorini, insaporita da prezzemolo, olio, sale e pepe, potrebbe anche andare bene così visto che le polpette sono molto sapide ma se volete dare maggiore... "personalità" a questo mix semplicemente sbollentato, preparate una salsina con cipolla, olio e salsa di pomodoro portate a cottura e conditeci il mix, vedrete che cambierà completamente sapore!;-) 




A proposito... Auguri di Buon Anno!
Read More

lunedì 29 dicembre 2014

Crema di patate e porri con funghi



Direttamente dal corso di cucina vegetariana questa crema ai porri semplicissima, gustosa e d'effetto per i Vostri ospiti in questi giorni di feste!
Al corso, tenuto dallo chef Roberto Dormicchi, la crema è stata servita con un mix di verdure croccanti: peperoni, cipolla rossa di tropea, cubetti di patate, funghi e spinaci. Potrebbe essere una buona base anche per zucchine, gamberi, zucca, verza e lamelle di tartufo nero! 
Io adoro i funghi e l'ho proposta accompagnata da funghi semplicemente saltati in padella con olio evo ed uno spicchio d'aglio. Vanno portati in tavola distribuiti su due piatti così i commensali possono decidere se insaporire la crema oppure gustarla senza nulla.

Ingredienti per 6 persone:
900 gr. di patate bianche
250 gr. di porro
40 gr. di burro
250 gr. di funghi misti
brodo vegetale q.b.
1 spicchio d'aglio
olio evo q.b.
sale e pepe nero

Lavate e pepate le patate, tagliatele a cubetti e immergeteli in acqua fredda.
Intanto pulite bene il porro, tritatelo e soffriggetelo nel burro. A parte preparate 1 litro abbondante di brodo vegetale con cipolla, carota, sedano.


Aggiungete le patate, rigiratele un po' e ricoprite con il brodo, coprite e lasciate cuocere fino a quando le patate si spappoleranno toccate dalla forchetta.
Salate e pepate.


Pulite i funghi, affettateli e saltateli in padella con un filo d'olio e uno spicchio d'aglio, salate e pepate.


Arrivate a cottura frullate le patate con un minipimer e portate in tavola la crema caldissima.


Al corso l'abbiamo gustata con lamelle di tartufo nero... divina!







Read More

sabato 27 dicembre 2014

Sticks al gusto di pizza



Questi sticks al gusto di pizza si preparano in 10 minuti, in sostanza sono una pasta frolla insaporita da ketchup o concentrato di pomodoro, sono l'ultima frontiera per preparare velocemente qualcosa da sgranocchiare insieme ad un buon prosecco senza rinunciare al gusto! Provateli!;-)

Ingredienti per 20 sticks circa:
180 gr. di farina 00
20 gr. di pecorino
40 gr. di parmigiano
80 gr. di burro ammorbidito
ketchup o il concentrato di pomodoro q.b.
sale q.b.
olio evo 
origano

Mettete insieme la farina con i formaggi, un pizzico di sale, il burro a pezzetti ammorbidito e il ketchup (o il concentrato) quanto basta per ottenere un impasto rosso. Impastate bene, formate una palla, avvolgetela nella pellicola e fate riposare in frigo per 20/30 minuti.


Stendete l'impasto su di un piano leggermente infarinato ad uno spessore di 1/2 cm e tagliate con una rotella dentellata ad una larghezza di 2 cm e 10 cm di lunghezza, io gli ho leggermente attorcigliati, e disponeteli su una placca foderata con carta forno. spennellate con dell'olio evo e spolverateli con dell'origano. Infornate a 180°C per 15 minuti.


Facilissimi!;-)







Read More

venerdì 26 dicembre 2014

Cantucci salati


 

Continuando nella ricerca di finger food stuzzicanti per questo periodo di feste ecco i cantucci salati!
Piuttosto semplici da realizzare e molto gustosi da sgranocchiare da soli o accompagnati da salumi varii! Anche questa salvata tanto tempo fa dal sito di cookaround e mai realizzata! In realtà l'ho un pochino manipolata e adattata al mio gusto e a quello che avevo in frigo e in dispensa! Risultato ottimissimo!;-)

Ingredienti per 40 cantucci circa:
300 gr farina
100 gr burro
2 uova e 1 tuorlo per spennellare
120 ml di latte
50 gr. di arachidi salate
50 gr di pistacchi salati
15 gr capperi sottosale
2 cucchiaini di pomodori secchi frullati
50 gr olive denocciolate (nere o bianche)
sale e pepe q.b.
1 cucchiaino colmo di lievito per pizze

In una ciotola lavorate la farina e il burro morbido a pezzetti insieme ad un pizzico di sale e di pepe fino ad avere un impasto a briciole.
Sbattete le uova in una ciotola con il latte e unite al composto di farina, impastate per qualche istante, aggiungete le olive a rondelle o a pezzetti, i pistacchi, le arachidi, i pomodori e i capperi ben lavati sotto l'acqua corrente e strizzati. Impastate bene il tutto fino ad avere un impasto omogeneo.



Io, visto che l'impasto mi è venuto un po' morbidino l'ho messo direttamente in una teglia foderata di carta forno. Ho cercato di ottenere 3 filoncini spessi circa 3 cm. e lunghi più o meno quanto la larghezza della teglia, non meno di 20 cm. Sbattete il tuorlo in una ciotola con poca acqua fredda e spennellate  i filoncini.


Infornate a 180° per circa mezz'ora, sfornate e lasciate intiepidire.  Tagliate i filoncini a fette e ripassateli in forno nella stessa teglia per altri 10, 15 minuti, dovranno dorarsi anche all'interno. Sfornate e servite freddi accompagnati da salumi.








  









Read More

mercoledì 24 dicembre 2014

Sticks al formaggio



Ricettina last minute ritrovata nel mio librone delle ricette stuzzicanti preso da Cookaround!
In un buffet si accompagna molto bene con salumi varii anche se da sgranocchiare così senza nulla sono ottimissimi!

Ingredienti per 40 sticks circa:
170 gr di farina
115 gr di burro
80 gr di grana 
grattugiato 
2 tuorli
2 cucchiaini di senape in barattolo o in polvere
1 cucchiaino di semi di senape (facoltativo)
pizzico di sale (un po' di più se Vi piace sapido)
pepe q.b.
1-2 cucchiai di acqua fredda (se serve)
1 albume sbattuto per spennellare la superficie


In una ciotola mischiate  insieme  la farina, il sale, il pepe, la senape ed il burro freddo tagliato a pezzetti. Lavorate fino ad ottenere un impasto granuloso.


Aggiungete il formaggio e i tuorli lavorando sempre con la punta delle dita. Cominciate ad impastare, se è un po' duretto e ancora "sabbioso" unite prima un cucchiaio d'acqua e poi un secondo. Formate una palla e infarinate il piano di lavoro per stenderla.


Grazie a questa ricetta e alla cookina che l'ha postata, non ricordo più chi, ho imparato a stendere gli impasti tutti allo stesso spessore utilizzando due bastoncini di legno trovati all'OBI! Genialata!;-)
Questi sono spessi 1 cm!


Procedete al taglio con una rotella dentellata, i bastoncini sono lunghi circa 7/8 cm ma potete farli la lunghezza che volete! Disponeteli su una placca rivestita di carta forno, spennellateli con l'albume sbattuto ed infornate a 220° C, non ventilato, per cira 8/10 minuti ovvero fino a quando prenderanno colore!


Fatto! Facile no?;-)






Read More

domenica 14 dicembre 2014

Tortine alla crema veloci di Jamie Oliver


Direttamente dalla trasmissione "I miei menù da 30 minuti" di Jamie Oliver ecco queste profumatissime mini tortine di pasta sfoglia e crema all'uovo!
La preparazione originale la potete vedere in questo video, lui le chiama: Portuguese Coustard Tarts ma sotto trovate una sfilza di insulti da parte di Veri portoghesi che fanno notare come in realtà la ricetta di Jamie non ha nulla a che vedere con l'originale tortina portoghese!
Jamie per la crema utilizza la crème fraiche, una crema alla panna leggermente acidula, più cremosa del mascarpone; io l'ho trovata all'Auchan nel reparto freschi, se volete prepararla a casa Vi segnalo questo sito, credo che in alternativa vada bene anche la ricotta o il mascarpone stesso (cercherò di provare le alternative al più presto!) intanto ecco la ricettina, perfetta  per questo periodo di feste, incontri, amici, poco tempo e poca voglia di cucinare!;-)

Ingredienti per 9 tortine medie:
un rotolo di pasta sfoglia rettangolare
cannella in polvere q.b.
1 cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di vaniglia liquida ( anche i semini vanno bene)
120 gr. di crème fraiche
1/2 buccia d'arancia biologica grattugiata
1 uovo intero

Srotolate la pasta sfoglia sul piano lavoro e spolveratela abbondantemente di cannella.


Con una mano distribuite bene la cannella su tutta la sfoglia, rigiratela al contrario e arrotolatela stretta dal lato più lungo. 


Tagliate dei cilindri lunghi 4/5 cm. Io ho provato a farli più piccoli cioè 2.5/3 cm ma durante la cottura la sfoglia rimane cruda all'interno. Facendoli più lunghi potete utilizzare una teglia per muffin quella da 12.


Ottenuto il cilindro, appiattitelo con le mani, sistematene uno in ogni incavo della teglia per muffin, sollevate bene i bordi perchè durante la cottura si ritirerà un pochino.

                                      

In questa foto le due misure, piccola e media.


Infornate a 200° C. per 8 minuti. Nel frattempo preparate la crema sbattendo insieme l'uovo, lo zucchero, la vaniglia, la crème fraiche e la scorza di mezza arancia grattugiata! Attenzione queste dosi per la crema bastano per il doppio di tortine.


Trascorsi gli 8 minuti sfornate le tortine, con un cucchiaino sistemate l'apertura abbassando la pasta sfoglia che si è gonfiata. Riempite le tortine con la crema e reinfornate per altri 8 minuti. Potete anche riempire i gusci di sfoglia con una crema a Vs piacimento guarnendo con frutta fresca o altro.


Alla fine otterrete queste magnifiche e profumate tortine alla crema.


A questo punto Jamie prepara un caramello con 4 cucchiai di zucchero bianco versato in una pentola già calda e spremendo il succo di un'arancia direttamente in pentola. Lasciate sobollire, poi, piano piano, con un cucchiaio versate il caramello su ogni tortina e lasciate raffreddare.
A me questo tipo di caramello croccante non piace molto quindi ho rifinito le tortine spolverizzandole con dell'altra cannella sulla crema. Finito!
Veramente ottime e carine da vedere!;-)



Read More

venerdì 12 dicembre 2014

Sogliole, radicchio, mandorle tostate e riduzione di aceto balsamico


Non ricordo più dove ho letto questa ricetta nè se in realtà sia una mia manipolazione di ricette simili, l'ho preparata tempo fa per un pranzo di famiglia ed ha riscosso un'ottimo successo. Delicata, sfiziosa e come sempre molto facile da preparare, potrebbe essere un buon piatto per la vigilia di Natale per chi non ha tempo di stare in cucina!;-)
Ho cucinato le sogliole in due versioni: facendole sfilettare e levando solo la pelle da ambo le parti. 
Trovo che quest'ultima sia la soluzione migliore, fa molto più... scena sul piatto. I filetti si perdono un po' in mezzo al radicchio anche se sono molto comodi da consumare subito senza che si levi la lisca. Alla fine scegliete la versione che più Vi aggrada!

Ingredienti per 4 persone:
8 sogliolette di medie dimensioni
1 cespo di radicchio
50 gr. di mandorle a lamelle
farina q.b.
riduzione di aceto balsamico q.b. (aceto e miele)
sale q.b.
olio per friggere

Per prima cosa preparate la riduzione di aceto balsamico. Le proporzioni sono 250 gr. di aceto balsamico e 100 gr. di miele (ricetta di Montersino).
Mettete a bollire gli ingredienti fino a che il volume iniziale si riduca di un terzo. Attenzione è come la marmellata, se lasciate cuocere troppo quando si raffredderà c'è il rischio che si solidifichi quindi occhio! La consistenza deve essere vischiosa ma non troppo!;-)
Preparate le sogliole, se ci riuscite da soli o chiedete al Vs pescivendolo, sfilettandole o lasciate intere spellate da ambo le parti. 


Lavate, infarinate e friggete per 2/3 minuti per parte, salando a piacere. In un piatto da portata distribuite il radicchio tagliato a striscioline.
Nel frattempo, in una padella antiaderente, fate tostare le mandorle a lamelle .


Quando le sogliole sono pronte adagiatele sul radicchio, ricopritele di mandorle e distribuite la riduzione d'aceto per insaporire.
L'aceto così preparato si conserva bene in bottiglia anche a temperatura ambiente.


Veloce, semplice, delicato e gustosissimo!;-)
Read More

martedì 9 dicembre 2014

Cosce di pollo d'ispirazione indiana




L'altra sera avevo voglia di un piatto indiano o che vi si avvicinasse il più possibile. In questo periodo ho la mente completamente obnubilata dalle ricette a "5 euro" e i "menù in 30 minuti" di Jamie Oliver, mi frullano in contemporanea nel cervello e non ne vengo fuori! Lo adoro, ragazzone simpatico, geniale soprattutto nel riciclare e reinventare le rimanenze di cibo quotidiano. Lo seguo spesso su "La Effe" la rete della Feltrinelli (canale 50 del digitale) e rimango incantata! Il merito della bontà di molte sue ricette è da imputare, secondo me, alle spezie. Ne utilizza moltissime soprattutto di estrazione indiana, le mie preferite. Dunque ritornando alla cena di ieri sera, ricordavo, vagamente, ma mooolto vagamente, il "Pukka yellow curry", diciamo che ricordavo solo il curry e le cosce di pollo... il resto resettato, salvo scoprire a posteriori che non avevo ceci in scatola perchè non mi piacciono, nè la curcuma perchè l'avevo finita! Però avevo lo zenzero fresco (sto prendendo l'abitudine di tenerne sempre un pezzetto in frigo) e il curry! 
Allora mi reinvento un simil Pukka! La ricetta originale la potete trovare qui insieme ad altre mille bontà e spunti culinari! rigorosamente in inglese!;-)

Ingredienti per 2 persone:
6 cosce di pollo
1/2 cipolla
1/2 spicchio d'aglio
2 cucchiaini di curry
1 cucchiaino di miele
1 pezzetto di zenzero
1 cucchiaio e 1/2 di estratto di pomodoro
1/2 cucchiaino di peperoncino
1 cucchiaino e 1/2 di dado vegetale 
300 ml di acqua calda
150 gr. riso Thaibonnet (basmati o patma)
300 ml di acqua
sale q.b.

Mettete le cipolle pulite e affettate in un mixer insieme all'aglio, lo zenzero, il peperoncino, il curry e il miele; frullate bene tutto.

 

Mettete le cosce di pollo in una padella antiaderente e fatele rosolare da tutti i lati, aggiungete un filo d'olio e cuocete per 10 minuti o fino a doratura, toglierle dalla padella e mettete da parte.


Nella stessa padella fate rosolare l'altra mezza cipolla e cuocete per qualche minuto, aggiungete il mix ottenuto, un cucchiaio e mezzo di estratto di pomodoro, mescolate per 5 minuti, versate l'acqua e il dado vegetale.


Rimettete le cosce di pollo nella casseruola e coprite con un coperchio, continuate la cottura a fuoco lento per 45 minuti o fino a quando la salsina si scurisce e si addensa.


A circa 15 minuti dalla fine della cottura mettete in un pentolino 300 ml di acqua con un pizzico di sale e quando bolle aggiungete il riso, coprite e lasciate cuocere lentamente per circa 12/13 minuti o come previsto dalle indicazioni sulla confezione. Servite le cosce sul letto di riso e la salsina. 


E' un'ottimo piatto unico, piccante, fresco e saporito!;-)
Jamie consiglia di accompagnare tutto con dello yogurt, foglie di coriandolo e spicchi di limone.
Read More
Powered by Blogger.

© 2011 Armonia di Mandorle, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena