venerdì 21 dicembre 2018

Angel food al cacao



Da tempo pensavo alla versione al cacao di questa delizia e finalmente eccola!
Qualche variazione alla ricetta classica... questa, una cremina al pistacchio per rifinire e il dolce per la vigilia di Natale è pronto!
Veloce, leggero, buonissimo e poco impegnativo!😅

Ingredienti:
12 albumi (420 g circa)
230 g di zucchero
85 g di farina 00 setacciata
65 g di cacao amaro
2 cucchiaini di semi di vaniglia 
10 g di cremor tartaro
zucchero a velo q. b.
stampo per Angel food di 25 cm

per la cremina al pistacchio: (facoltativo)
250 g di cioccolato bianco
2 cucchiai di pasta di pistacchio (o 50 g di pistacchio frullato finissimo)
3/4 cucchiai di latte (anche di soia)

Stavolta ho acquistato gli albumi pastorizzati, biologici, in bottiglia, sono facili  da reperire e non si sprecano i tuorli.
Montateli a neve incorporando piano piano lo zucchero e il cremor tartaro, aumentate la velocità fino ad ottenere una consistenza fermissima!
Aggiungete i 2 cucchiaini di vaniglia. 



Mixate la farina con il cacao e incorporate con delicatezza agli albumi.




Lo stampo per la Angel Food non va mai imburrato, quindi, versate l'impasto direttamente nel contenitore cercando di evitare bolle d'aria.
Se volete potete usare una sac a poche.



Scaldate il forno a 170° C e infornate per 30/35 minuti.
Sfornate e mettete a raffreddare a testa in giù sul collo di una bottiglia, o su di una gratella. Prima di sformare il dolce dev'essere completamente freddo.



Questo dolce è buonissimo anche così, accompagnato solo con una spolverata di zucchero a velo. Ma se volete renderlo più gustoso preparate una cremima al pistacchio. Sciogliete il cioccolato bianco a bagnomaria, aggiungete il pistacchio e il latte per renderla più liquida. Servite!



Read More

lunedì 17 dicembre 2018

Sfogliatelle di pasta fillo ricotta e salame


Adoro le sfogliatelle ricce napoletane, ne ho fatto una bella scorpacciata l'ultima volta che sono stata a Napoli! 
Non fanno parte della mia tradizione culinaria... quindi non azzardo una replica! 
Allora le mistifico in una versione salata! 😉
Con un rotolo di pasta fillo (che adoro) sempre in frigo, quando mi vengono certe idee è presto fatto realizzarle!  

Ingredienti:
1 rotolo di pasta fillo (si acquista al supermercato)
250 g di ricotta mista ben asciutta
salame cacciatorino q.b.
qualche tocchetto di scamorza (se preferite anche affumicata)
150 g di burro fuso

In un pentolino fate sciogliere dolcemente il burro, spegnete quando ancora sono presente dei piccoli tocchetti così non si cuoce.
Srotolate la pasta fillo sul piano di lavoro ricoperto di carta forno, sfogliatela e spennellate ogni foglio con il burro liquefatto. L'operazione dev'essere accurata perché la croccantezza dopo la cottura dipende dall'uniformità del burro spalmato. Sovrapponete uno alla volta tutti i fogli, sempre debitamente spennellati di burro. Abbiate l'accortezza di tenere coperti gli altri fogli con un panno umido o dentro la plastica per non farli asciugare.


Quando avrete esaurito tutti i fogli dividete a metà il rettangolo di pasta, nel senso della lunghezza, e sovrapponete le due metà.


Arrotolate partendo dal lato più stretto (la base) formando un salsicciotto ben fitto. Avvolgetelo nella pellicola e mettetelo a riposare per 30 minuti in freezer.
Nel frattempo avrete fatto sgocciolare ben bene la ricotta e l'avrete mischiata con il salame tagliato a piccoli tocchetti (la quantità dipende da vostro gusto), aggiungete se volete anche dei piccoli tocchetti di scamorza affumicata o non.
Mescolate bene e il nostro ripieno è pronto!



Preparate sul piano di lavoro una teglia rivestita di carta forno.
Tagliate a rondelle spesse 1 cm il salsicciotto, il coltello dev'essere ben affilato. 


Lasciate ammorbidire lievemente e, cosa molto importante, bagnate le mani con acqua e formate degli "incavi" con le rondelline ottenute. All'inizio Vi sembrerà che sia impossibile... abbiate fiducia e soprattutto mantenete sempre le mani umide tenendo un piccolo contenitore accanto a Voi.
In secondo piano si notano le prime due fatte senza inumidire le mani... un disastro 😅


Quando siete riuscite ad ottenere un piccolo cono riempitelo con il mix di ricotta e richiudete la base inumidendola lievemente. 
Disponete ogni sfogliatella sulla teglia.
Se Vi sembrano bruttine o un po' imperfette non preoccupatevi la cottura sistemerà tutto e il sapore sarà così delizioso da far dimenticare l'estetica!


Infornate a 180° C fino a doratura (dai 20 ai 30 minuti), devono essere ben colorate altrimenti perdono in croccantezza!
Preparatene tante perché sono veramente unatiralaltra!😆


Read More

domenica 25 novembre 2018

Fettuccine, prosciutto, crema di ricotta e semi di papavero


Quando hai della buona pasta del mulino sotto casa, dell'ottimo prosciutto crudo, della ricottina fresca e non hai tanta voglia di cucinare perché la domenica è dedicata al "sacro riposo"... allora questo è il piatto giusto! 
Veloce, gustoso e moooolto buono.


Ingredienti per 2 persone:
4/5 fette di un buon prosciutto crudo
150 gr. di ricotta
150 gr. di fettuccine
semi di papavero q.b.

Mentre l'acqua bolle, tagliate a strisce sottili il prosciutto crudo, rosolatelo in padella con un filo d'olio, fino a farlo diventare croccante.


Togliete il crudo dalla padella e "sciogliete" la ricotta aggiungendo l'acqua di cottura della pasta.


Mantecate le fettuccine con la cremina per qualche minuto, lasciate un po' d'acqua di cottura da parte nel caso la ricotta (che spesso lo fa) si asciugasse troppo, prima di servire aggiungete il prosciutto croccante e i semi di papavero.


Servite!😊


Read More

lunedì 5 novembre 2018

Tortino croccante di alici


Adoro le alici, masculini in siciliano, in qualunque modo! Pesce povero  ma gustoso con questa preparazione lo diventa ancora di più! 
Ricetta veloce, facile ed economica.


Ingredienti per una persona:
300 gr. di alici da far diliscare
1 cucchiaino di capperi
1 pomodoro secco a pezzetti 
1 spicchio d'aglio
tanto prezzemolo
un pizzico di sale e pepe nero
2 cucchiai di pangrattato 
olio evo q.b.

La quantità degli ingredienti può variare, dipende che sapore vi piace esaltare. 
Frullate capperi, pomodori, aglio, prezzemolo, sale e pepe nero, aggiungete il pangrattato ed un filo d'olio e rifrullate tutto.


Lavate le alici, togliendo il budellino nero se le avete fatte aprire dal pescivendolo se no levate tutto voi se le diliscate da soli.
Irrorate con un po' d'olio evo il fondo di una teglia, disponete le alici aperte e distribuite il composto frullato.


Io ho fatto più strati ma è meglio utilizzare una teglia più grande e fare uno strato unico così il pangrattato aromatizzato rimane croccante.
Irrorate con un altro filo d'olio ed infornate a 180° C. per 20/25 minuti o fino a doratura.



Profumatissimi! Buon appetito!

Read More

martedì 16 ottobre 2018

Strudel di salsiccia, cipolle di Tropea e pecorino fresco




Avvolto nella pasta brioche questo mix di ingredienti è spettacolare!
Saporitissimo,  piuttosto facile da preparare e carino da presentare a tavola
La pasta brioche è di Michel Roux l'idea del ripieno di Sara Papa. 

Ingredienti per 6 persone:

per la pasta brioche:
260 ml di latte tiepido
12 g di lievito di birra fresco
450 g di farina 00
10 g di sale
3 tuorli
90 g di burro morbido
30 g di zucchero
1 tuorlo sbattuto con 1 cucchiaio di latte

per il ripieno:
600 g di salsiccia
150 g di cipolle Tropea
200 g di pecorino fresco
1 cucchiaio abbondante di semi di finocchio
pizzico d'origano

Preparate la pasta unendo gli ingredienti dell'elenco nello stesso ordine in cui sono scritti. Mettete in una ciotola il latte tiepido con il lievito e mescolate affinché si sciolga. Mettete la farina, il sale e le uova nella planetaria con il gancio e versateci il latte con il lievito.
Mescolate a velocità bassa e impastate per 5 minuti.
Staccate l'impasto dalle pareti e continuate a lavorare a media velocità per altri 10 minuti. A questo punto l'impasto dovrebbe essere liscio, elastico e ben amalgamato. In un'altra ciotola amalgamate il burro e lo zucchero, aggiungete il mix all'impasto un pezzetto alla volta a velocità bassa.
Quando tutto il burro è incorporato continuate a velocità più alta per altri 6/10 minuti finché l'impasto è liscissimo. Lasciate lievitare nella ciotola per 2 ore, coperto, fino a che raddoppia il volume.


Impastate ancora rigirando la pasta 2 o 3 volte con le mani rimettete nella ciotola, coprite con la pellicola, mettete in frigo per qualche ora e poi sarà pronta per essere usata. Nel frattempo, per addolcire le cipolle, affettatele sottili usando una mandolina e lasciatele a bagno con acqua e sale per mezz'ora.
Stendete una parte dell'impasto, circa 3/4, sulla spianatoia infarinata con il mattarello (infarinato) fino ad ottenere una sfoglia molto sottile.
Rifilatela con un coltello per formare un rettangolo regolare e trasferitelo su un foglio di carta forno.


Spellate la salsiccia e sbriciolatela in un piatto, conditela con i semi di finocchio pestati nel mortaio e l'origano. Strizzate le cipolle e tagliate a dadini il pecorino.


Distribuite la salsiccia sulla parte centrale del rettangolo, ricoprite con la cipolla e il pecorino.


Spennellate tutto il bordo della pasta con il tuorlo e il latte sbattuto, chiudetela sul ripieno, sigillate i bordi, ripiegandoli verso l'interno e lucidate interamente lo strudel con il tuorlo. Praticate dei piccoli fori con uno stecchino  e cuocete a 180° C per 40/45 minuti circa.



Ed eccolo qui... pronto! Anzi pronti, io ne ho fatti 2. Servite tiepido!







Read More

sabato 13 ottobre 2018

Panettone salato con crema di pistacchi e mortadella



Ritorno ai miei amati fornelli con uno "spettacolo" culinario: il Panettone salato del maestro Montersino! Ritorno trionfale, importante ed impegnativo perchè il panettone gastronomico, a meno che non lo si acquisti già pronto, non sempre riesce bene! E' come le ciambelle che non sempre vengono col buco e lo dico per esperienza. La prima volta ho seguito la ricetta del maestro ma è venuto un mattone indigesto, poi cercando tra le migliaia di ricette appuntate qua e là per casa ho trovato un foglietto miserrimo orfano del giornale (Cucina Moderna) con una ricetta di panettone gastronomico molto interessante e ho deciso di riprovare.
E... TATAAAA è riuscito proprio bene!😋

Ingredienti per un panettone di 18 cm di diametro:
300 gr. di farina 0
300 gr. di farina 00
40 gr. di zucchero
20 gr. di lievito di birra
250 ml di latte
2 uova 
100 gr. di burro morbido a pezzetti
1 cucchiaino di sale
1 albume sbattuto
1 stampo a cilindro (quello per i panettoni)

Per la farcia:
350 gr. di mortadella con i pistacchi
70 gr. di pistacchio in pasta (se non la trovate usate i pistacchi tritati finemente)
60 gr. di granella di pistacchi
500 ml di latte
125 ml di panna da cucina 
22 gr. di amido di riso (si trova anche all'Auchan)
22 gr. di amido di mais (maizena)
100 gr. di parmigiano grattugiato
pizzico di sale e di noce moscata
2 tuorli
50 gr. di burro

Mescolate i due tipi di farina, stemperate il lievito con il latte, disponete tutto a fontana se impastate a mano oppure nella planetaria, aggiungete il mix di lievito, poi lo zucchero, le 2 uova, 100 gr. di burro morbido a pezzetti e un cucchiaino di sale. 
Lavorate (a media velocità) fino a quando l'impasto sarà morbido e liscio e tirando la pasta formi un velo sulle dita.


Lasciatelo lievitare per 1 ora coperto con un telo inumidito.
Trascorsa l'ora stendete l'impasto formando un rettangolo, e come per le pieghe con la pasta sfoglia, ripiegatelo a 3, dovrete ottenere un rettangolo stretto e lungo che arrotolerete ben stretto per formare una palla. Se volete fare il tuppo, staccate un pezzetto d'impasto prima di lavorarlo, premete al centro con un dito e sistemate la pallina di pasta.
La palla ottenuta sistematela dentro uno stampo a cilindro e fate lievitare per 2 ore. Io l'ho dimenticato ma spennellate con un poco di albume tutta la superficie.
Scaldate il forno a 200 ° C e prima d'infornare abbassate il forno a 180° C e cuocete per 35/40 minuti. Sfornate su una gratella e passate alla farcitura.



Aspettando che il panettone cuocia preparate la farcitura.
Cominciate dalla crema "pasticcera" salata che ho adattato rispetto a quella di Montersino. Miscelate insieme gli amidi con il sale, la noce moscata e la panna fresca, nel frattempo portate a bollore il latte. Quando comincia  a bollire unite il mix di amidi e mescolate per qualche minuto sul fuoco (basso).
Fuori dal fuoco aggiungete i tuorli, mescolate bene e rimettete sul fuoco per 1 minuto. Spegnete e arricchite con il parmigiano, il burro e la pasta di pistacchi o in mancanza i pistacchi tritati quasi a polvere. Lasciate raffreddare.




Se volete rendere più gustosa la crema potete aumentare la quantità dei pistacchi. 
Passate alla farcitura!
Cominciate tagliando la calotta del panettone.
Con un coltello a sega lungo praticate un'incisione ad 1 cm circa dal bordo esterno e tagliate fino in fondo (cercando di non tagliare la base), aiutatevi con un coperchio o qualcosa che abbia il diametro desiderato.


Aiutandovi con qualcosa, io l'ho con la mia mano, staccate delicatamente il centro e tagliatelo a fette alte circa 2 cm, dovrete ricavare circa 5 dischi.


Disponete sul fondo 2 o 3  cucchiai di crema al pistacchio,la granella, 3 fette di mortadella, altra crema, altra granella un disco di panettone e si ricomincia: crema/granella/mortadella/crema/granella/altro disco. Continuate fino ad esaurire gli ingredienti e chiudete con la calotta tenuta da parte.
Avvolgete tutto con la carta stagnola e tenete in frigo fino a quando lo porterete in tavola. Io l'ho preparato il giorno prima... con calma!




La consistenza del panettone è morbidissima, mortadella e pistacchi è proprio un binomio fantastico! Il maestro Montersino non delude mai!



Read More

venerdì 20 luglio 2018

Cheesecake al gusto di cannolo siciliano



Il cannolo siciliano: un classico della pasticceria sicula ma fa troppo caldo per friggere le bucce dei cannoli, troppo pigra anche solo pensare di farlo e quindi ecco una cheesecake al cannolo!
Gli elementi ci sono tutti manca "solo" la scorza croccante, questa piccola mancanza  è ripagata dalla velocità con la quale si può preparare questa cheesecake! E non richiede alcuna cottura! Vuoi mettere?😉

Ingredienti per una tortiera di 20 cm.:
350 gr di ricotta di pecora
80 gr di zucchero semolato
250 gr di biscotti Digestive
120 gr di burro morbido
25 gr scorzette d'arancia candite
20 gr gocce di cioccolato (o cioccolato amaro grattugiato)
20 gr di granella di pistacchio
1 arancia candita intera (facoltativo)
2 cucchiaini di cacao amaro
1 cucchiaino colmo di marsala (facoltativo)

Mettete la ricotta a sgocciolare in uno colino, dev'essere ben asciutta, poi per renderla più cremosa fatela passare attraverso un passino a rete.


Aggiungete lo zucchero, amalgamate molto bene, unite le scorze d'arancia candita e le gocce di cioccolato, coprite e conservate in frigo.
Frullate i biscotti fino ad ottenere un trito fine ed omogeneo. Ammorbidite il burro fuori dal frigo, amalgamatelo al composto, se necessario frullate ancora un po'. Aggiungete il cacao e il marsala.



Versate la miscela di biscotti in uno stampo a cerniera di 20 cm, io ho utilizzato un anello regolabile d'acciaio, foderando il piatto con carta forno, compattate bene il fondo con l'aiuto di un batticarne o un cucchiaio, ad uno spessore di almeno di 1 cm e alzate un pochino i bordi. Fate raffreddare in frigo. 


Quando il fondo della cheesecake è ben compatto sfilate la carta forno e riempite il guscio con la crema di ricotta, guarnite con la granella di pistacchio e frutta candita, io aveva l'arancia che ho affettato e aggiunto come decorazione.



In meno di un'ora avrete un dolce fresco e buonissimo!😉

Read More
Powered by Blogger.

© 2011 Armonia di Mandorle, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena