venerdì 20 luglio 2018

Cheesecake al gusto di cannolo siciliano



Il cannolo siciliano: un classico della pasticceria sicula ma fa troppo caldo per friggere le bucce dei cannoli, troppo pigra anche solo pensare di farlo e quindi ecco una cheesecake al cannolo!
Gli elementi ci sono tutti manca "solo" la scorza croccante, questa piccola mancanza  è ripagata dalla velocità con la quale si può preparare questa cheesecake! E non richiede alcuna cottura! Vuoi mettere?😉

Ingredienti per una tortiera di 20 cm.:
350 gr di ricotta di pecora
80 gr di zucchero semolato
250 gr di biscotti Digestive
120 gr di burro morbido
25 gr scorzette d'arancia candite
20 gr gocce di cioccolato (o cioccolato amaro grattugiato)
20 gr di granella di pistacchio
1 arancia candita intera (facoltativo)
2 cucchiaini di cacao amaro
1 cucchiaino colmo di marsala (facoltativo)

Mettete la ricotta a sgocciolare in uno colino, dev'essere ben asciutta, poi per renderla più cremosa fatela passare attraverso un passino a rete.


Aggiungete lo zucchero, amalgamate molto bene, unite le scorze d'arancia candita e le gocce di cioccolato, coprite e conservate in frigo.
Frullate i biscotti fino ad ottenere un trito fine ed omogeneo. Ammorbidite il burro fuori dal frigo, amalgamatelo al composto, se necessario frullate ancora un po'. Aggiungete il cacao e il marsala.



Versate la miscela di biscotti in uno stampo a cerniera di 20 cm, io ho utilizzato un anello regolabile d'acciaio, foderando il piatto con carta forno, compattate bene il fondo con l'aiuto di un batticarne o un cucchiaio, ad uno spessore di almeno di 1 cm e alzate un pochino i bordi. Fate raffreddare in frigo. 


Quando il fondo della cheesecake è ben compatto sfilate la carta forno e riempite il guscio con la crema di ricotta, guarnite con la granella di pistacchio e frutta candita, io aveva l'arancia che ho affettato e aggiunto come decorazione.



In meno di un'ora avrete un dolce fresco e buonissimo!😉

Read More

giovedì 12 luglio 2018

Pasta frolla al pesto di basilico, crema di mozzarella e pinoli


Tempo di basilico fresco, quello buono della la mia contadina preferita! Come sempre ho esagerato,  fatto dosi consistenti di pesto, una parte l'ho lavato e congelato e l'altra, un congruo mazzetto, l'ho messo in mezzo a della farina per fare questa  meravigliosa crostatina!
Ho fatto varie prove, con formaggio nell'impasto, senza formaggio, solo con olio, con basilico fresco ma congelato, non volevo usare burro nè uova e dopo qualche tentativo son venute fuori queste dosi.
Ingredienti per una crostata di 20 cm:
200 gr di farina  (io uso solo quella macinata a pietra)
80 gr di olio di girasole
50 ml  circa di acqua fredda (dipende quando l'impasto raggiunge una certa elasticità)
20 gr di pinoli + 10 gr tostati per la guarnizione
2 mozzarelle
150 gr di philadelphia o di robiola o di ricotta
un mazzetto abbondante di basilico + alcune foglie per guarnire
2 pomodori 
sale e pepe q.b.
olio evo


Prima di preparare la frolla tagliate a fettine sottili i pomodori e metteteli in uno scolapasta a gocciolare con un pizzico di sale sopra. Mettete anche le mozzarelle, o la ricotta, a gocciolare, se il ripieno è troppo umido la crostata diventa molle.


Preparate la farina a fontana su una spianatoia, versate al centro il basilico che avrete frullato, velocemente, con i pinoli, l'olio e un pizzico di sale (non ho voluto mettere l'aglio), non importa se rimangono dei pezzi grossolani di basilico faranno più effetto!


Impastate velocemente aggiungendo l'acqua poco alla volta, potreste anche dover aggiungerne un po' o non consumarla tutta, l'importante è che  l'impasto abbia una consistenza compatta e non si sgretoli. Formate una palletta, avvolgetela nella pellicola e mettete in frigo a riposare per 30 minuti.
Accendete il forno, statico a 180°C, oleate una teglia, su un foglio di carta forno stendete la pasta. Sistemate la sfoglia dentro lo stampo, bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta ed infornate per circa 20/25 minuti. Sfornate su una gratella e fate raffreddare.



Preparato il guscio scatenate la fantasia per riempirlo! Io ho provato con le mozzarelle frullate e la robiola o il philadelphia, buonissimo! Ripieno solo di ricotta è più leggero ma poco saporito... decidete voi. Guarnite con le fettine di pomodoro, i pinoli tostati, le foglie di basilico, un filo d'olio evo e spolverata di pepe macinato al momento! E' un piatto unico ottimo per l'estate, al posto della solita caprese! Il guscio potete prepararlo il giorno prima, conservarlo in frigo ed utilizzarlo l'indomani. E' leggero, fragrante e gustoso!






Read More

martedì 10 luglio 2018

Brioscia co' tuppu (Brioche col tuppo)



La brioscia col "tuppo" è catanese!
Tra le ricette provate questa mi sembra un buon mix tra quella proposta da Alba Allotta nel suo libro "La cucina siciliana" e altre viste in rete. 
Le brioscine sono la colazione, il pranzo, la merenda e a volte pure la cena dei catanesi durante l'estate, me compresa ma anche d'inverno non sono male, provatele ripiene di nutella!
Come si dice la morte sua è inzuppata nella granita siciliana classica: mandorla e caffè o con tutte le altre varianti: pistacchio, cioccolatogelsi neri... 
Imbottita con gelato e panna è una goduria!
Pare che il nome derivi da un tipo di pettinatura femminile: lo chignon in catanese appunto 'u tuppu!

Ingredienti per 16 brioscine:
250 gr di farina manitoba
250 gr di farina 2 macinata a pietra (oppure la classica 00)
100 gr di zucchero semolato (se si preferisce più dolce 120 gr)
75 gr di burro fuso freddo
2 uova + 1 tuorlo per spennellare
25 gr di lievito di birra fresco
pizzico di sale
170 gr di latte (io ho usato quello di soia e riso) + 1 cucchiaio per la glassatura
½ fiala di aroma naturale di arancia
1 cucchiaio di miele di zagara (anche un miele normale va bene)
1/2 bustina di zafferano


Sciogliete il lievito di birra nel latte a temperatura ambiente insieme allo zafferano. Versate tutto nella planetaria ed aggiungete il miele, l'aroma di arancia, il burro freddo, lo zucchero, la farina, le uova un po' alla volta e infine un pizzico di sale. Lavorate con il gancio per circa 20 min, deve avere una bella consistenza elastica.



Mettete a lievitare per almeno 3 ore coperto con la pellicola e una coperta.
Io, visto il caldo ieri, già dopo 2 h e 1/2 ho ripreso l'impasto e l'ho lavorato pochissimo facendo solo un giro di pieghe e poi l'ho porzionato in piccoli tranci di circa 60 gr l'uno + 10 gr di tuppetto.


Prendete ogni tocchetto arrotolatelo e avvolgetelo chiudendo il giro sotto e formando una palletta ben fitta e liscia sopra.  Spero che dalla foto si capisca meglio!😏
Preparate una teglia con la carta forno e sistemate le pallette, piuttosto  distanti tra loro altrimenti finirà, come è successo a me, che si attaccheranno l'una all'altra.
Sbattete un tuorlo con un cucchiaio di latte, con il pollice create una fossetta al centro di ogni pallina, spennellate e sistemate il tuppo (che avete fatto con 10 gr d'impasto). Rispennellate tutto e mettete a lievitare in forno con luce accesa fino al raddoppio, per circa 1,5/2 h.




Quasi alla fine della lievitazione, tirate fuori la teglia, accendete il forno statico a 190° C. e quando è pronto, rispennellate con il mix tuorlo-latte ed infornate per circa 20/25 minuti. Prima di sfornare controllate se la base è dorata!


Attenzione al profumo e al sapore... crea dipendenza!



Read More
Powered by Blogger.

© 2011 Armonia di Mandorle, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena