lunedì 10 febbraio 2014

Torta greca di spinaci e feta


Da qualche post a questa parte non riesco a capire perchè la dimensione delle foto sia così enorme benchè io scelga il formato più piccolo che ci sia e non abbia variato nulla delle impostazioni iniziali! Quando la tecnologia rema contro bisogna solo lasciarsi trasportare (almeno nel mio caso di *digital immigrants e non digital natives!), anche perchè rischio di combinare più danni che altro! Mettiamola così: grande è bello!
La torta salata che ho preparato risale al mio Grosso Grasso periodo greco, sì io vado a periodi (indiano, cinese, messicano...), quando cercavo e cucinavo SOLO ricette greche. Ho  collezionato succulenti ricette di: moussaka (μουσακάς) che sono un'attentato al colesterolo, dolcissime baklave (μπακλαβά) solo per portatori di denti sani e senza diabete, tzatziki (τζατζίκι) antivampiri e pite spettacolari ma la ricetta che mi ha intrigato di più per la sua semplicità e bontà è questa "Spanakotyropita"! Non ci sono controindicazioni, anzi se avete amici o il Vostro Lui vegetariani questa torta è un altro antipastino sfiziosetto da proporre per la cena del 14/02!
La ricetta è di Crumpets del portale cooker.net e come lei (o lui non so!) precisa: spanako sta per spinaci in greco, tyro per formaggio e pita per torta!

Ingredienti:
1 confezione di pasta fillo
500 gr. di spinaci surgelati (io ho utilizzato quelli freschi, tutta un'altra storia!)
200 gr. di feta greca
1 uovo intero
1 cucchiaio di prezzemolo tritato 
2 scalogni tritati
1 spicchio d'aglio intero
olio evo
pepe nero
sale
La ricetta prevedeva anche un cucchiaio di aneto che io non avevo.
Tritate gli scalogni e soffriggeteli insieme allo spicchio d'aglio (che eliminerete) in una padella antiaderente con un filo d'olio evo.


Aggiungete gli spinaci freschi lavati nel mio caso, se sono congelati mettete 2/3 mestoli d'acqua, salate e coprite. 


Quando si sono ammosciati un po' scoperchiate e lasciate cuocere, a fuoco medio, fino a quando l'acqua si sarà completamente assorbita, devono essere asciutti.




Prendete un mazzetto di prezzemolo, lavatelo, eliminate il gambo e mettetelo dentro un bicchiere, prendete delle forbici e tagliuzzate le foglie fino ad ottenere un trito omogeneo. E' un ottimo metodo per tritare efficacemente e rapidamente.

 

 Mettete a raffreddare gli spinaci in una ciotola, aggiungete l'uovo, il prezzemolo, la feta sbriciolata, un pizzico di sale e del pepe nero. La feta è salata quindi non bisogna esagerare col sale.

 
 

Srotolate i fogli di pasta fillo, adagiatene uno sulla carta forno a copertura della teglia, in base alla quantità dei fogli contenuti dentro la confezione di fillo se ne utilizzeranno metà per la base e l'altra metà per la copertura. Pennelateli leggermente con un filo d'olio e sovrapponeteli.

 

Stendete la farcia preparata e ricopritela con la metà dei fogli di fillo rimasta, pennellati sempre con un pochino di olio evo.


Porzionate la torta prima di infornare perchè  da cotta la fillo è molto friabile e si sbriciolerebbe tutta.
 


Infornate a 200°C, statico, centrale, per circa 35 minuti. Nel mio forno ne sono bastati 20', quindi attenti e monitorate spesso l'andamento della cottura.



La necessità di ungere la pasta fillo dicono sia per renderla più croccante ma io ho provato a non ungere i Mikado con prosciutto ed è rimasta croccantissima! Mah! In ogni caso il sapore di questa torta salata è ottimo e non attenta alla mia,Vs, Ns perenne dieta!;-)


*Per capire la differenza tra digital immigrants e digital natives:

Adoro Futurama!










 

2 commenti:

Kat ha detto...

E dire che sono a stra-dieta! Ma questa ha gli spinaci no ? Quindi .....

Kat&Ro' ha detto...

Appunto! più dietetico di così!;-)

Powered by Blogger.

© 2011 Armonia di Mandorle, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena