sabato 21 dicembre 2013

Dulche de Leche... Slurp!




Altro regalo fatto in casa e molto apprezzato da chi lo ha ricevuto è il "Dulce de leche" o il "Dolce di latte", ha una sapore molto simile al mou e si può mangiare in tanti modi: splamato sulle fette biscottate, su ciambelloni, messo in mezzo a 2 biscotti Oswego (immersi poi nel cioccolato, goduria pura!), sul gelato, meringhe, panettone, pandoro, sulla cheesecake alla vaniglia...
La sua preparazione è molto banale, bisogna solo stare attenti alla cottura e alla consistenza che si vuole ottenere: fluido o denso. In ogni caso, anche se sarà un regalo last minute, sarà sicuramente gradito!

Ingredienti:
1 l. di latte intero di ottima qualità (meglio se fresco)

1 l. di panna fresca

250 gr. di zucchero di canna (quello equo e solidale è il migliore)

2 ml. semi di vaniglia biologica o 1 bacello di vaniglia
1 cucchiaino raso di bicarbonato




In una pentola grande versare il latte, la panna, lo zucchero, il bicarbonato e la vaniglia (se si usa la stecca aprirla longitudinalmente e raschiare i semini).


Portate a bollore, siate vigili perchè può fuoriuscire tutto in un nano secondo, abbassate il fuoco al minimo appena vedete salire la schiuma e fate sobollire per almeno 3 ore, senza coperchio, mescolando di tanto in tanto con una spatola, avendo l'accortezza di raschiare bene tutto il latte che si addenserà ai bordi della pentola.


Il bicarbonato serve a scurire il dulce se vi piace più scuro aggiungetene un pochino alla volta. Lo zucchero di canna da un aroma più caramellato rispetto a quello bianco e la panna da un sapore più vellutato al composto.
Io e mia sorella abbiamo provato a stravolgere la ricetta utilizzando solo latte e zucchero raffinato, il risultato è lo stesso molto buono!
Dopo le 3 ore potete fare anche la prova della marmellata nel piattino, se ha difficoltà a venir giù allora è della consistenza giusta.


Postilla: se durante le 3 ore di cottura prevista dovete necessariamente uscire di casa... no problem spegnete, coprite e quando ritornate riprendete da dove avete lasciato la cottura! Non succederà nulla (è successo a me, perchè secondo la legge di Murphy  sicuramente succederà qualcosa di grave che richiederà la tua repentina uscita di casa proprio mentre stai facendo il dulce de leche!;-)
Per il confezionamento procedo come per la marmellata: contenitori sterilizzati caldi (tirati fuori dal forno caldo a 50°C) e invaso con un mestolo, chiudo e capovolgo. 
Con queste dosi si ottengono 4 confezioni da 250 gr. di dulce, infatti la miscela si deve ridurre della metà. Per una consistenza ancora più corposa continuare a cuocere fino a che si ritiene opportuno. Per evitare alterazioni  e per maggiore sicurezza conservo il dulce in frigo. Ecco uno dei miei barattolini.


Potete legare alle confezioni delle formine di pasta di sale confezionate con le spezie che avete a casa: chiodi di garofano, anice stellato, pepe rosa, pepe verde, peperoncini, bacche di ginepro, semi di cumino, di sesamo, di finocchio... 
Io ho addobbato così il mio albero di Natale.





1 commenti:

Kat ha detto...

Doppio Slurp...io l'ho appena fatto....triplo Slurp

Powered by Blogger.

© 2011 Armonia di Mandorle, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena