Salsa di carote alla tunisina




Salsa molto particolare, assaggiata circa 10 anni fa e mai riuscita a riprodurla! E' un'esplosione di sapori tipicamente mediterranei: l'agrodolce dell'aceto e dello zucchero, la sapidità dei capperi, l'aroma dei pinoli, l'uva passa, le olive, la piccantezza delicata dell'harissa... una prelibatezza! 
Trovata sul numero di Cucina Moderna di febbraio e replicata subito! Si accompagna anche con niente perché non potrete smettere di mangiarla a cucchiaiate tipo "effetto nutella" ma se proprio volete abbinarla a qualcosa sta bene con i formaggi, carne stufata e spezzatini.

Ingredienti per 3 vasetti da 250 g:
8 carote grandi
1 cipolla rossa
1 cucchiaio abbondante di harissa (salsa piccante araba in alternativa una pasta al peperoncino o un pizzico di peperoncino)
2 spicchi d'aglio
100 g di olive verdi denocciolate
2 cucchiai di capperi sott'aceto
1 cucchiaino di coriandolo in polvere
1 cucchiaino di semi di cumino
2 cucchiai di uvetta
2 cucchiai di pinoli
1 bicchiere di aceto di mele
1 bicchiere di acqua
1/2 bicchiere di olio evo
1/2 bicchiere di olio semi di girasole
2 cucchiai di zucchero di canna
sale q.b.

Procedimento:

Per facilitare le cose organizzate tutti gli ingredienti come nella foto:
  • tritate finemente l'aglio e la cipolla, 
  • tostate i pinoli
  • tritate le olive denocciolate
  • polverizzate i semi di coriandolo se non avete trovato la polvere
  • mettete l'uva passa in ammollo in acqua tiepida per farla rinvenire
  • sgocciolate i capperi sott'aceto
  • grattugiate con l'apposita grattugia le carote
Io ho messo nelle ciotoline l'aceto, l'harissa, lo zucchero e il cumino per non dimenticare nulla.



In una pentola portate ad ebollizione l'aceto e l'acqua con lo zucchero di canna; unite le carote, la cipolla e l'aglio. Salate con un pizzico di sale e cuocete a fuoco moderato facendo evaporare i liquidi.


Aggiungete: l'uvetta strizzata e sgocciolata, i pinoli tostati, il cumino, il coriandolo, l'harissa (alla fine io ne ho messo 3 cucchiai per dare più carattere), le olive tritate, i capperi sgocciolati, un altro pizzico di sale, l'olio evo e di semi versato piano piano a filo. Lasciate cuocere per almeno 10 minuti.
Quando vedete che è tutto ben asciutto e "moscetto" è pronto per essere invasato! Sterilizzate i barattoli (io li ho messi a bollire in acqua per 30 minuti).


A questo punto con la salsa pronta e i barattoli ancora caldi, distribuite la preparazione nei vasi di vetro, richiudeteli ben stretti, immergeteli in una pentola ricoperti completamente d'acqua fredda e portate ad ebollizione per sterilizzarli. Lasciate bollire per 20 minuti circa.  Fate raffreddare i vasetti nell'acqua prima di riporli in un luogo al buio. 
Così la salsa dovrebbe mantenersi per 5-6 mesi se riuscite a resistere dal mangiarla tutta immediatamente! Provatela non ve ne pentirete!😋



Nessun commento:

Adbox

@rokatero