mercoledì 15 marzo 2017

Le deliziose crispelle catanesi!



Da tempo non sento il profumo di questa delizia che alla fine di un lauto pasto domenicale ci contendevamo fino all'ultimo bastoncino io e mia Sora! Nonostante siano piuttosto consistenti la miscela di riso profumata all'arancia, miele e cannella... ecco non smetteresti mai di mangiarle.

Ingredienti:
300 gr. di riso per risotti
800 ml. di latte + 100 ml. tiepido per sciogliere il lievito
100 gr. di farina 00
20 gr. di lievito di birra
2 arance biologiche
4 cucchiai di miele di zagara (o un miele neutro)
cannella in polvere q.b.
1/2 bicchiere d'acqua
pizzico di sale 
1/2 bottiglia di olio d'arachidi
(Vedi nota per versione celiaci)

Preparate tutti gli ingredienti.




Portate ad ebollizione il latte, aggiungete il riso e un pizzico di sale.



Cuocete fino a quando il riso avrà assorbito interamente il latte, togliete dal fuoco e versate il riso in un recipiente molto capiente e lasciate raffreddare.


Scaldate il latte messo da parte e sciogliete il lievito, unitelo al riso insieme alla farina e alla scorza di un'arancia grattugiata, amalgamate bene.



Lasciate lievitare per circa un'ora coperto.
Scaldate l'olio in una pentola o padella dai bordi alti, meglio se avete un wok.
Preparate un tagliare, possibilmente di bambù, disponete un po' di riso e livellatelo ad uno spessore di 2 cm circa e alto 10 cm.


Con la lama di un coltello o una spatola bagnata tagliate una ad una le crispelle della grossezza di un dito (potete farle più piccole e spesse e vengono più morbide) e fatele scivolare nell'olio caldo poche alla volta.



Fatele dorare rigirandole o con una pinza da cucina oppure con una schiumarola, quando sono ben "colorite" estraetele e mettetele a sgocciolare su carta per fritti.


E' ovvio che tutti i fritti vanno consumati entro breve tempo altrimenti perdono la croccantezza ma queste crispelle possono aspettare qualche ora (non di più) prima di essere consumate basta che l'ultimo passaggio lo facciate poco prima di servirle.
In una padella antiaderente riscaldate abbondante miele, almeno 4 cucchiai, diluito con 1/2 bicchiere d'acqua, scorza d'arancia grattugiata e se volete 1/2 arancia spremuta per insaporire (soprattutto se non usate il miele di zagara).
Ripassate le crispelle che devono impregnarsi di miele (l'impasto è senza zucchero!) e riscaldarsi.



A Catania i laboratori di pasticceria le crispelle te le vendono completamente affogate nel miele e con fettine di arancia fresca o scorza d'arancia intera. Servite irrorandole con il miele rimasto in padella e spolverizzandole con abbondante cannella.
Sono meravigliose: fritto, miele, profumo d'arancia e cannella... una delizia!😍


Nota: io le ho preparate anche nella versione per celiaci, basta evitare il lievito, sostituire la farina 00 con farina di riso e il sapore rimane inalterato, cambia la consistenza, sono un po' più compatte e croccantine ma buonissime!

0 commenti:

Powered by Blogger.

© 2011 Armonia di Mandorle, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena