domenica 18 ottobre 2015

Tonno in agrodolce (tunnina ca' cipuddata)



Eccomi qui! Dopo più di tre mesi di semi-vacanza dai fornelli!
Il troppo caldo, i viaggi e le nostalgiche vacanze sicule mi hanno tenuta ben distante dalla cucina.
Il ritorno nella mia amata terra, le “carrambate” con gli amici del liceo, i week end con le amiche a Marzamemi, le colazioni ad Acicastello, gli aperitivi a Taormina... tutto ha contribuito a far riaffiorare migliaia di ricordi!
Stavolta non è stato facile ripartire e ritornare a metà dello stivale!
Reincontrare le persone “importanti” dell'adolescenza è stata un'emozione così forte da lasciarmi una grossa ed incolmabile nostalgia!
Riscoprire i sapori della mia Sicilia è un modo per lenire questa saudade infinita! Mai come quest'anno... sarà la vecchiaia?:-O
Ecco il piatto di oggi: Tonno in agrodolce.
Un classico della cucina siciliana.
Probabilmente, anzi, quasi certamente, non è più tempo di tonno ma per me questa ricetta è come una commemorazione, segnatela e mettetela da parte per la prima volta che troverete del tonno fresco!

Ingredienti per 6 persone:
800 gr. di tonno fresco (2 fette spesse 1 cm. circa le mie)
4/5 cipolle grosse (bianche, tropea, come volete voi!)
1/5 bicchiere di aceto di vino rosso
1 cucchiaio di zucchero bianco
farina q.b.
sale e pepe q.b.
acqua e sale 
olio evo

Di solito il tonno ha un'aspetto piuttosto scuro ed un sapore marcato, il miglior modo per schiarirlo ed addolcirlo è quello di tenerlo a bagno in acqua e sale per almeno un'ora! Occhio alle fotine please e guardate che differenza: prima e dopo!


Tagliate le fette a dadini regolari per una cottura uniforme, infarinateli leggermente, abbiate cura di eliminare la farina in eccesso, saltateli in padella con un giro di olio evo. Salate. La cottura non dev'essere prolungata, 10/15 min al massimo, altrimenti il tonno diventa stopposo, assaggiate di tanto in tanto.
Quando ritenete sia cotto toglietelo dalla padella e tenetelo da parte.


Affettate le cipolle, lo spirito della ricetta è che più cipolle ci sono... meglio è!
Io mi sono limitata perchè non sapevo se i miei ospiti avrebbero gradito.
Fatele rosolare, a fuoco medio, nella stessa padella del tonno con un filo d'olio evo, sono pronte quando cominciano a diventare "trasparenti". 
Aggiungete il tonno e lasciate insaporire per qualche minuto.
Unite l'aceto e il cucchiaio di zucchero, mescolate bene a fiamma vivace finchè l'aceto evapora. Se volete completate con una macinatina (ina) di pepe nero!



Pronto! E' più lungo il tempo della messa a mollo in acqua e sale che la preparazione in sè!
Può essere utilizzato come piccolo antipasto (l'ho mangiato così in un ristorante a Capomulini), oppure come secondo piatto.
Dovrebbe essere servito freddo, come la caponata, o meglio, a temperatura ambiente! Buon appetito!




0 commenti:

Powered by Blogger.

© 2011 Armonia di Mandorle, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena