venerdì 29 maggio 2015

Pesto capperi e mandorle



La scorsa estate (Sigh! E' da quasi un anno che non rimetto piede nella mia amata terra!) ho portato con me di tutto e di più! Compreso caffè, ricotta salata sottovuoto, dolcetti e cremine varie tra cui un patè di capperi e mandorle buonissimo! Che, ahimè, come tutte le cose, seppur centellinato al massimo... sta per finire!
Riflettendo un po' ho pensato di rifarmelo ma non volevo sprecare i capperi sotto sale che mi prepara Adelina, mia cugina, raccolti freschi freschi dai muri di casa sua! Profumatissimi, delicatissimi e speciali made in Frigintini!
Carinissimo paesino tra Modica e Ragusa! 
Per farVi capire, il paesaggio è uguale alle campagne che si vedono nelle puntate di Montalbano: muri a secco bianchi, alberi di carrubbo, sole..
Inoltre mi sono messa nei panni di chi non ha la mia stessa fortuna di poter attingere a simili risorse e così mi sono andata a caccia di capperi sotto sale siculi e ho trovato questi!


Ben nascosti nel reparto conserve ma nientedimenoche from Pantelleria to Auchan!;-)
Sono un pochino più grandi di quelli della mia cuginetta ma il sapore non è niente male!

Ingredienti per 300 gr.:
100 gr. di capperi sotto sale
130 gr. di mandorle pelate
40 ml. di olio evo
40 ml di olio di semi di girasole
1 spicchio d'aglio senza anima

Non ho voluto aggiungere nient'altro per non "snaturare" il sapore del cappero che di per sè è magnifico così!
La mandorla ne addolcisce il sapore e l'aglio, se piace, lo completa!
Mettete i capperi in ammollo per eliminare tutto il sale, disponeteli su un canovaccio pulito e lasciate asciugare bene!
In un mixer frullate le mandorle, i capperi, lo spicchio d'aglio e l'olio.


Quella che si ottiene è una bella pasta compatta, profumata e gustosissima. 
Non ho voluto mettere più olio per paura che irrancidisse ma questo non toglie che non lo si possa fare al momento dell'utilizzo.
In ogni caso io lo conservo in frigo.


Ed ecco alcune idee per utilizzarlo a dovere!
A parte mangiarlo a cucchiate, come ho fatto io... potete condire un veloce e semplice spaghetto: olio evo, aglio nuovo, una cucchiaiata di pesto, 2 o 3 cucchiai di acqua di cottura.


Ecco il pesto diluito e gli spaghetti!
Neanche a dirlo gli ho divorati così in fretta che non ho pensato neanche a fare una foto del piatto... pessima!


Questa è un'altra idea: spalmato sulle bruschette per accompagnare un aperitivo.
Ottimissimo con l'aggiunta di un goccino d'olio evo!


E, dulcis in fundo, qualunque sia il motivo per il quale dovete o volete consumare il tofu: dieta, intolleranze varie o ospite vegano, potete mischiare parte del pesto con un pezzo di tofu sbriciolato e servirlo direttamente sulle bruschette.
E' veramente buono!
Il tofu non si sente affatto!;-)



0 commenti:

Powered by Blogger.

© 2011 Armonia di Mandorle, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena