martedì 20 gennaio 2015

Zuppa di lenticchie e quinoa


La prima volta che ho sentito parlare della quinoa correva l'anno 2005 e mi trovavo in viaggio di nozze in Perù, esattamente a Juliaca, leggo dal diario di bordo redatto all'epoca, qui incontrammo la nostra guida locale Teresa! Un metro e quaranta di simpatia, cultura e curiosità! Era più avida lei di raccontare del Suo glorioso Perù che noi di sapere... il colmo! Nei 40 minuti necessari per arrivare a Puno ci raccontò moltissime cose, ci disse che nell'altipiano si coltivavano quasi esclusivamente patate e quinoa, una sorta di cereale che apportava agli Inca talmente tanti benefici e una tale forza fisica da essere considerata dai conquistadores spagnoli il "cibo del diavolo"! Per questa ragione distrussero tutte le coltivazioni sostituendole con cereali europei! Si dice, anzi, la leggenda vuole, che parecchi semi di quinoa siano stati ritrovati in tombe Inca, analizzati e nuovamente reintrodotti nelle coltivazioni locali. Si narra anche che la NASA sia stata la prima ad utilizzarla come alimento per gli astronauti! Quante ne sapeva Teresa?! Effettivamente la quinoa non è un cereale ma una pianta erbacea con alti contenuti proteici ed è completamente priva di glutine, per questo va benissimo per i celiaci. Prima era più difficile trovarla sugli scaffali del supermercato ma adesso eccola lì che fa capolino tra i prodotti tipici internazionali: Quinoa bianca Pedon! Comprata, cotta e mangiata!;-)

Ingredienti per 2 persone:
150 gr. di lenticchie piccole
60 gr. di quinoa (anche più se volete una porzione abbondante)
1 carota 
1/2 cipolla 
1 costa di sedano 
1 cucchiaio di estratto di pomodoro
1/2 bicchiere di vino bianco
sale q.b.
olio evo
acqua

Tritate la carota, la cipolla, il sedano e soffriggeteli in un filo d'olio evo, lavate le lenticchie e aggiungetele. Sfumate con il vino bianco a fiamma vivace, mettete l'estratto di pomodoro, lasciate insaporire per qualche minuto e poi ricoprite di acqua; di solito mi regolo ad occhio, credo siamo intorno ai 500 ml in questo caso. Lasciate cuocere per 20 minuti (dipende dal tipo di lenticchie, quelle piccole in mezz'ora sono pronte), a questo punto aggiungete la quinoa. Secondo le istruzioni i tempi di cottura sono di circa 10 minuti e si cuoce in una quantità di liquido pari al doppio del suo peso. Ho cucinato la quinoa come fosse della  normale pasta!


La consistenza della quinoa mi ricorda molto quella delle uova di lompo ma insapore. Chicchi tondi, semitrasparenti che scricchiolano sotto i denti quando si masticano. Mi piace! Lho anche utilizzata come base per un'insalata con tofu e chicchi di soia (edamame) appena sbollentati... ottima! 
Può sostituire la semola del cous cous o il riso! Da provare sicuramente!;-)




0 commenti:

Powered by Blogger.

© 2011 Armonia di Mandorle, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena