giovedì 28 agosto 2014

Caponata di verdure


La Caponata non è un contorno nè un secondo piatto vegetariano ma... un antipasto! Nelle "putìe" catanesi la trovate nel buffet insieme ad altri sfizi stimolatori di salivazione pre-abbuffata e si degusta fredda; meglio se preparata il giorno prima così l'agrodolce ha il tempo di impregnare le verdure insaporendole uniformemente! Si cucina soprattutto d'estate perchè le melanzane sono in stagione; la mia versione è con tutte le verdure tipiche: melanzane, patate e peperoni ma sul libro di Alba Allotta (La Cucina Siciliana) l'ho trovata anche solo con melanzane, melanzane/patate, melanzane/peperoni, solo con i carciofi, carciofi/cardi/finocchietto selvatico! E persino la caponata melanzane e polipetti, mai assaggiata e mai sentita prima! Quindi fate vobis... variate la caponata in base alle verdure a disposizione mantenendo invariati i condimenti (uvetta, pinoli, olive, etc.).
Io la preparo solo una volta all'anno, massimo 2 e dopo lunga meditazione, training autogeno e controllo della temperatura esterna che non deve superare i 30° C.!;-) Perchè tutti gli ingredienti vanno tagliuzzati e fritti uno alla volta e d'estate non è impresa da poco!
Si conserva tranquillamente in frigo anche fino a 4 gg. in un contenitore di vetro chiuso ermeticamente altrimenti l'aceto evapora.

Ingredienti per 4/6 persone:
2 melanzane medie
2 patate medie
2 peperoni
100 gr. di olive verdi denocciolate
1 cucchiaio di pinoli
1 cucchiaio di uvetta sultanina
1 cucchiaio di capperi 
1 cuore di sedano con le foglie
3 pomodori maturi o 300 ml di salsa di pomodoro
1/2 cipolla
1 ciuffo di basilico
olio e.v.o.
1/2 bicchiere d'aceto bianco
1 cucchiaio di zucchero


Lavate le melanzane e tagliatele a fette spesse 1,5 cm. e poi a cubetti, mettetele a bagno in acqua salata per circa 20 minuti. Asciugatele e friggetele in abbondante olio e.v.o. e mettetele da parte.


Pelate le patate, riducetele a tocchetti, friggetele in olio e.v.o. nella stessa padella e  aggiungetele alle melanzane messe da parte.


Tagliate  i peperoni a liste, eliminate le parti bianche interne, fate dei tocchetti, friggeteli in olio e.v.o. e uniteli alle melanzane e alle patate.


Fate appassire un trito di cipolla e sedano nella stessa padella sempre con un filo di olio e.v.o.
 

Fate rinvenire l'uva in acqua tiepida, tagliate a pezzetti il pomodoro fresco, le olive a rondelle e lavate i capperi. Aggiungete il pomodoro alla cipolla e al sedano lasciandolo cucinare per 5 min. circa, procedete con i pinoli, l'uvetta, i capperi e le olive.


 

Salate, profumate con le foglie di basilico e cuocete a fuoco dolce per 10 minuti. Incorporate mezzo bicchiere d'aceto dove avrete sciolto un cucchiaio di zucchero e fate evaporare parzialmente a fuoco vivace. Quando il liquido si sarà ridotto leggermente abbassate la fiamma. L'aceto dovrebbe essere bianco ma io non avendolo ho usato quello balsamico. Ottimo lo stesso!


A questo punto unite le patate, le melanzane ed i peperoni, rigirate per 5 minuti circa a fiamma dolce.

Trasferite la caponata in un piatto da portata e lasciate raffreddare completamente prima di servire. 
A spiegarla è più difficile che a farla ma state certi che il sapore sublime di questo mix Vi ripagherà di tutta la fatica.
La mitica Allotta suggerisce, se piace, l'aggiunta di un trito di mandorle tostate prima di portarla  a tavola, io non ho mai provato ma se lo dice lei...! Buon appetito;-)

0 commenti:

Powered by Blogger.

© 2011 Armonia di Mandorle, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena