sabato 23 novembre 2013

Vellutata di zucca


Ho mangiato una fantastica vellutata di zucca di recente in un agriturismo della zona! Facendo il Bastian contrario della situazione, mentre tutti sceglievano degli ottimi primi: lasagne al ragù di cinghiale, ravioli, pappardelle ai funghi etc., io mi sono lasciata sedurre dalla vellutata di zucca! Trovo questo termine affascinante e pronunciandolo mi sembra di "sentire" la morbidezza del piatto nel mio palato!
In realtà la vellutata è una salsa di base bianca cioè un roux di farina e burro con l'aggiunta di un liquido caldo (vino, acqua, brodo,...) se al roux aggiungiamo il latte caldo otteniamo la comune besciamella. Mixando la salsa di base con crema di verdura otteniamo appunto la vellutata.
Tutto questo giro di parole per arrivare al mio esperimento di ieri sera semplice e veloce, non ho usato la farina ma la fecola di patate,  un addensante naturale e delicato più della comune farina, nè il burro ma l'olio!

Ingredienti per 2 persone:
1 kg. di zucca gialla (io abbondo)
1/2 cipolla bianca
150 ml. di prosecco o vino bianco
2 cucchiai di doppio concentrato di pomodoro
1 cucchiaino di dado vegetale granulare 
1 cucchiaino e 1/2 di fecola di patate
olio e.v.o.


In un tegame antiaderente mettere un giro d'olio d'oliva, tagliare a cubetti piccoli la cipolla e lasciare soffriggere a fuoco dolce, lavare, sbucciare e tagliare grossolanamente la zucca, aggiungerela alla cipolla e mescolare per far insaporire gli ingredienti. Aggiungere mezzo bicchiere di prosecco (trevigiano millesimato... ottimo!) in mancanza penso che un buon vino bianco vada benissimo, lasciare sfumare a fiamma vivace mescolando di tanto in tanto, quando l'alcool è evaporato aggiungere il concentrato di pomodoro (io l'ho fatto ad occhio ma penso che equivalga a 2 cucchiai) e un cucchiaino di dado vegetale granulare (io lo preparo a casa ed è veramente buono!). 


Se è il caso aggiungere un pochino d'acqua, mescolare bene e coprire, lasciare cuocere a fuoco lento fino a quando toccando la zucca con la forchetta si pappola. Aggiustare di sale e ridurre il composto a purea o frullandolo direttamente nel tegame (io l'ho trasferito in una pentola più profonda per evitare gli schizzi) o in un mixer oppure passare a setaccio. Ottenuta la purea rimettere sul fuoco e aggiungere un cucchiaino e 1/2 di fecola aiutandovi con un passino, mescolare spesso per evitare che si formino grumi. Lasciare addensare per altri 5/10 min e servire. Insaporire con un filo d'olio e.v.o a crudo. 


Io ho tostato delle fette di  pane per accompagnare la velluta, ma è buona anche senza niente!



4 commenti:

Kat ha detto...

Gnammy gnammy�� ...la provo domani . Baci

Kat&Ro' ha detto...

Brava!

Anonimo ha detto...

adoro la zucca e questa vellutata fa venire l'acquolina in bocca.
A proposito di zucca ho appena provato una ricetta con i paccheri e una "spuma " di zucca.
Ottima!
Ciao Silvana

Kat&Ro' ha detto...

Io ho scoperto la zucca da grande perchè "Delfino" diceva sempre che "Cucinala come vuoi ma sempre cucuzza è!" Niente di più sbagliato! Adoro i paccheri... Silvanina non mi devi dire queste cose perchè poi mi viene voglia di provarla! Ieri sera ho fatto i Lolli e ti ho pensata! Ciau

Powered by Blogger.

© 2011 Armonia di Mandorle, AllRightsReserved.

Designed by ScreenWritersArena